Nei giorni scorsi il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha firmato il DPCM sul Green Pass, ovvero la Certificazione Verde Covid19, valida sul territorio nazionale e dei Paesi che aderiscono all’Unione Europea e all’Area Schengen, per gli spostamenti e per l’accesso a eventi pubblici e a strutture quali le RSA.

In vista dell’entrata in vigore della Certificazione, a partire dal 1 luglio 2021, abbiamo preparato due pagine che contengono le informazioni e le domande più frequenti su che cos’è il cosiddetto Green Pass, i requisiti per ottenerlo, come si entra in possesso della copia digitale o cartacea e la durata della sua validità.

La prima pagina, Certificazione Verde Covid19, contiene informazioni generali e tutte le modalità per entrare in possesso della propria copia.

La seconda pagina, Domande frequenti sulla Certificazione Verde, contiene invece una serie di risposte a eventuali dubbi che potrebbero sorgere, e verrà aggiornata in caso si presentassero nuove domande.

Specifichiamo che la Certificazione può essere emessa solo dal Ministero della Salute, e che il medico di famiglia e la pediatra potranno tutt’al più assistere i pazienti che non hanno accesso ai sistemi digitali per entrare in possesso della propria copia solo ed esclusivamente quando la Certificazione sarà già stata emessa dall’ente preposto.

Invitiamo comunque a consultare le due pagine che abbiamo preparato per chiarire la maggior parte dei dubbi.